Month: January 2024

Cercasi 214 donne per dimostrare che è possibile cambiare vita in 224 ore

Cercasi 214 donne per dimostrare che è possibile cambiare vita in 224 ore

Finalmente è aperta la fase di selezione con apposito bando (https://lumsa.it/odg) delle prime 214 donne che parteciperanno a ODG – Occupazione Digitale Giovani, un progetto selezionato e finanziato dal Fondo per la Repubblica Digitale istituito dalla legge 233/2021 (attuazione del PNRR e prevenzione delle infiltrazioni mafiose), rivolto alle donne tra i 19 e i 50 anni d’età, diplomate o laureate, che siano disoccupate, inoccupate o anche occupate e interessate a migliorare le proprie condizioni lavorative, incrementando la retribuzione variabile.

Il percorso di formazione (224 ore online in modalità asincrona) e qualificazione professionale (480 ore di inserimento nel contesto lavorativo) è totalmente gratuito e alle beneficiarie viene fornito un tablet per seguirlo in autonomia. Al termine ricevono uno smartphone per poter lavorare anche da remoto. 

Le candidate ritenute idonee che per esaurimento dei posti disponibili non dovessero essere ammesse al programma ODG – Occupazione Digitale Giovani avranno la priorità in occasione dei successivi bandi di selezione finanziati con diverse risorse nazionali e/o UE.

Queste prime 214 donne saranno formate per operare in esclusiva sulla piattaforma digitale di qualificazione reputazionale Italia Virtute. Complessivamente saranno 12mila Ram – Reputation audit manager (laureati) e 30mila Rater – Reputation and trust expertise representative (diplomati). Professionisti che – come per tassisti, farmacisti e notai – sono a numero chiuso, qualificati ai sensi del combinato disposto degli articoli 4, comma 1, 7, comma 1, lettera c), e 8, legge 4/2013 (professioni non organizzate in ordini o collegi), iscritti ad Apart – Associazione professionale auditor reputazione tracciabile, che sotto la vigilanza del Ministero delle Imprese e del Made in Italy rilascia ai professionisti iscritti l’ «attestato di qualità e qualificazione professionale dei servizi» resi agli utenti ai sensi della richiamata legge 4/2013.

L’obiettivo delle 214 donne – nell’interesse dei datori di lavoro e dei consumatori – è contribuire alla realizzazione della strategia nazionale di qualificazione reputazionale digitale, documentata, verificata e tracciabile nel contesto della convenzione pubblico-privata (senza oneri) promossa dall’ente pubblico Cndcec – Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili per valorizzare finalmente onestà, abilità, competenze e meriti, al contempo facendo perdere l’anonimato a illeciti e inadempimenti.

Dunque, le prime 214 donne qualificate Ram e Rater provvederanno ad attestare e promuovere i rating reputazionali degli operatori economici e delle rispettive controparti, per innalzare il livello di sicurezza e misurare la fiducia meritata a maggior garanzia nei rapporti obbligatori ma anche nelle relazioni personali. Detti rating reputazionali – con la modalità «privato» o «pubblico» indicata dall’interessato – sono pubblicati da Crop News nell’ambito della richiamata strategia nazionale di qualificazione reputazionale digitale, documentale, verificata e tracciabile. L’operatività è legittimata dal regolamento privacy Gdpr e in particolare dagli articoli 6, comma 1, lettere a) e b), 9, 10 e 85. Da ultimo, anche l’ordinanza della prima Sezione Civile della Corte di Cassazione numero 14381, pubblicata il 10 ottobre 2023, ha detto sì al sistema di intelligenza artificiale (pagina 10, paragrafo 4.1, terzo capoverso) che con l’algoritmo umanizzato (trasparente, inclusivo, imparziale) determina il rating reputazionale.

(more…)